news

Creazione della piattaforma svizzera contro la tratta di esseri umani

Situazione di partenza

I centri di consulenza per le vittime della tratta di esseri umani rilevano che, nonostante i grandi progressi nella lotta alla tratta di esseri umani in Svizzera, le vittime non hanno ancora accesso sufficiente ai loro diritti e non ricevono il sostegno e la protezione a cui hanno diritto. Sebbene la Svizzera abbia sottoscritto la Convenzione europea sulla lotta contro la tratta di esseri umani, i diritti delle vittime in essa contenuti sono rispettati solo parzialmente. Ciò è stato criticato anche dal meccanismo di controllo della Convenzione, il gruppo di esperti GRETA.

Si può presumere che l’attuale numero di vittime identificate della tratta di esseri umani in Svizzera sia solo la punta dell’iceberg: solo una piccola parte delle vittime viene identificata, e di queste, solo una parte riceve protezione e sostegno adeguato ai propri bisogni. È una fortuna o un caso se una vittima può avvalersi o meno dei propri diritti.

Le ragioni sono da ricercarsi nella mancanza di consapevolezza da parte delle autorità e della società in generale, nonché nella mancanza di risorse finanziarie per fornire un sostegno globale alle vittime e per combattere efficacemente la tratta di esseri umani. Inoltre, diverse lacune nella protezione delle vittime rendono attualmente difficile combattere la tratta di esseri umani in modo incentrato sulle vittime e basato sui diritti umani, ad esempio la mancanza di accesso alla protezione e alla giustizia per le vittime nelle procedure di asilo, la mancanza di protezione per le vittime che sono state sfruttate all’estero. Il basso numero di condanne per tratta di esseri umani rispetto al numero delle vittime è allarmante e indica che un’azione penale efficace e condanne adeguate sono ben lungi dall’essere raggiunte.

Rete

Per questi motivi, le quattro ONG Servizio specializzato in materia di tratta e migrazione delle donne (FIZ), Antenna MayDay Ticino, ASTRÉE e CSP Ginevra hanno deciso di creare una piattaforma per garantire una cooperazione continua e uno scambio approfondito e diventare così una voce più forte per i diritti delle vittime della tratta di esseri umani. Tutte e quattro le ONG sono specializzate nella protezione delle vittime della tratta di esseri umani e nel loro lavoro perseguono un approccio basato sui diritti umani. Inoltre la piattaforma ha come scopo quello di sensibilizzare le autorità, gli esperti e il grande pubblico sulla situazione e sui diritti delle vittime di tratta.

Lo scambio di informazioni, pratiche ed esperienze tra le organizzazioni aderenti aiuterà a identificare i problemi e le lacune nella protezione delle vittime. Questa cooperazione nazionale rafforzerà la voce delle organizzazioni che adottano un approccio alla tratta di esseri umani incentrato sulla vittima e basato sui diritti umani. Il lavoro politico congiunto si concentra sul colmare le lacune nella protezione delle vittime.

Obiettivi

La Piattaforma svizzera contro la tratta di esseri umani è stata fondata ufficialmente nel 2020 e formula alla politica svizzera le seguenti richieste:

Ritornare